lunedì 18 marzo 2013

La Pasta matta al cacao

Ve la ricordate la Pasta Matta di cui vi avevo parlato un anno fa? In molti l'avete provata e riproposta in vari blog e forum,  dandole in fondo lo spazio che merita: è una base semplice, buona e di sicura riuscita.
In tanti mi avete chiesto una versione scura, al cacao, e mi ero ripromessa di sperimentare a casa, prima di darvi delle dosi... Ieri finalmente mi sono decisa e debbo dire che l'esperimento è pienamente riuscito.

 Ovviamente la versione originale è molto più leggera, ma anche quella al cacao non risulta pesante, al limite meno umida e leggermente più asciutta. Se quindi la Pasta Matta può essere gustata anche semplice, senza farcitura, la sua sorella al cacao è certamente più adatta ad essere utilizzata come base da farcire in mille modi. Il che non è detto che sia un male anzi...
Ed è quello che ho fatto io, utilizzando finalmente le prime fragole della stagione (eh, sì non ho resistito alla tentazione, anche se fuori sembra inverno pieno) sposandole in maniera classica con la panna, il cioccolato e un po' di confettura di fragole fatta in casa.
Il risultato? Un dolce fresco, leggero e dal fascino un po' retrò... Insomma bello, veloce e buono! Che volete di più ?
PASTA MATTA AL CACAO, CON FRAGOLE E PANNA

Per la base:
4 uova separate
150 g di farina tipo"00"
120 g di fecola di patate
250 g di zucchero superfino
120 ml di acqua bollente
35 g di cacao amaro
10 g di lievito
 sale e vaniglia
Per farcire:
250 ml di panna fresca montata
250 g di fragole
qualche frutto di bosco
qualche cucchiaio di marmellata di fragole
una glassa al cioccolato

Per la preparazione e la cottura vi rimando al post della Pasta Matta. Unico accorgimento è quello di mescolare bene e setacciare fecola, farina, cacao  e lievito.....per il resto nulla cambia.
Una volta cotta, lasciarla leggermente intiepidire e quindi sformarla su una gratella rivestita da due fogli di carta assorbente. Questa assorbirà l'umidità ed eviterà che sulla torta restino impresse le maglie della griglia.

 Una volta ben fredda ed assestata, meglio il giorno successivo, tagliare la torta a strati (io solo in due) e spalmare ogni strato con della confettura di fragole. Posizionare sullo strato di base la panna montata e poggiarvi sopra delle fragole intere, o al più se troppo grandi, tagliate a metà, insieme a qualche frutto di bosco. Posizionare al di sopra il secondo disco di torta con la parte spalmata di marmellata a contatto con la farcitura, premendo leggermente.
Spargere sulla superficie delle torta una glassa al cioccolato (se non avete tempo, anche confezionata) e, prima che questa si asciughi, decorare con altre fragole e frutti di bosco. Far assestare la torta un'ora in frigo e quindi servire.
La torta può essere farcita con maggiore anticipo e decorata con la glassa e le fragole appena prima di servire. In questo modo la frutta risulterà più fresca e appetitosa.
Io non ho utilizzato nessuna bagna ed ho lasciato la torta al naturale. Chi lo preferisce può sempre bagnarla con una bagna alcoolica  o meno....
La torta può essere vista come una rivisitazione più leggera della classica Victoria Sponge Cake, con l'aggiunta della nota di colore e sapore, del cacao.


A presto,

Paola 


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...