lunedì 25 marzo 2013

Coniglietti di pane per la Pasqua

La Pasqua ha come simbologia religiosa l'agnello....
Già la Pasqua ebraica riconosceva in questo animale, o meglio, per mezzo del sangue suo, la salvezza del popolo ebraico ai tempi della schiavitù in Egitto e più tardi anche la Pasqua cristiana vede nell'agnello, il Cristo, che come quello è innocente, ma che accetta la morte per salvare chi crede in lui.....
Vero è che oggi la simbologia pasquale si arricchita di altri soggetti, certamente più profani e legati alla rinascita della Natura, più che agli aspetti religiosi:  ecco allora l'uovo, i pulcini, la colomba, gli uccellini, i coniglietti...

A tavola dunque, luogo simbolico per eccellenza, accanto all'agnello vero, cucinato in vari modi e a quello dolce, in zucchero o marzapane, compaiono, oltre a colombe dolci e uova di cioccolato, anche  i coniglietti.
Della Colomba abbiamo parlato qui come anche dei pulcini  qui e degli uccellini ancora qui.....
 Mancavano solo i coniglietti e per colmare la lacuna abbiamo pensato a dei panini semplici da inserire nel cestino del pane, per dare un tocco allegro alla tavola pasquale. Ideali accompagnatori di salumi e formaggi, sono perfetti anche per la scampagnata di Pasquetta, dove anzi, si integrano benissimo all'ambiente agreste.
Volendo, possono anche essere un semplice segnaposto, da poggiare sopra il piatto dei nostri ospiti.

 Sono rapidissimi, facili e divertenti a farsi, magari insieme ai bambini che amano stare in cucina e pasticciare insieme  alla mamma ed al papà, in questa settimana di vacanze scolastiche.



CONIGLIETTI DI PANE
500 g di farina tipo "0"
250 ml di latte tiepido
75 g di burro
15 g di lievito
10 g di pasta madre secca
10 g di zucchero
1 uovo
8 g di sale
L'impasto si può fare a mano con l'impastatrice, o anche con la macchina del pane. In ogni caso iniziare sciogliendo il lievito, lo zucchero e la pasta madre essiccata, nel latte tiepido, procedendo poi ad impastare con la farina....Unire poi l'uovo e gli altri ingredienti, lasciando per ultimo il burro che verà incorporato quando l'impasto ha già preso forma. Impastare bene  fino ad ottenere una pasta morbida, soffice e non appiccicosa, facilmente modellabile.  Con la macchina del pane è bene fare due impasti successivi.
Far riposare l'impasto 15 minuti e subito procedere con la formatura dei coniglietti.
 Il tipo più semplice prevede di realizzare un cannello di pasta di circa 20-25 cm e di piegarlo a U. Prendendo le due estremità, si incrociano una sull'altra in modo da attorcigliarle su se stesse, facendo passare quella che è a destra sulla sinistra e viceversa,  lasciando in basso un piccolo anello vuoto. Inserire in questo anello una pallina di impasto di giuste proporzioni che sarà la coda del coniglietto e divaricare e arcuare un poco le estremità superiori che saranno le orecchie.
L'altro tipo di coniglietto prevede, invece, di realizzare un cannello piuttosto sottile e di formare una piccola spirale con l'estremità lasciata in basso a formare una zampetta del coniglio. Aggiungere una piccola pallina al lato opposto a formare la coda. Per modellare la testa formare una pallina e dargli la forma di una goccia. Tagliarla per metà, partendo dalla punta con delle forbici in modo da formare le due orecchie divaricandole un po'. Appoggiare la testa sopra la zampetta.
Lasciar lievitare bene le forme preparate, circa un'ora, quindi pennellarle con tuorlo diluito con della panna o latte (la panna darà maggiore morbidezza al pane) e infornarle a 180°C per circa mezz'ora.
Volendo prima di infornare marcare con un chiodo di garofano l'occhio del coniglietto o decorare con dei semi la coda....
Questi panini hanno un impasto diretto e rapido, con una sola lievitatura:vanno quindi consumati nell'arco della giornata. L'inserimento della pasta madre essiccata ha il compito di dare un sapore più completo ad un pane rapido come questo.
A presto,
Paola




Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...