mercoledì 27 marzo 2013

Pasticcini sucrée|Frolla senza uova

Dovrei raccontarvi una lunga storia che parte da una ricetta blasonata di un avo francese  di un'amica di Fabiola (la nostra amica del forum de La Cucina Italiana) che dopo lunghe  e approfondite ricerche si è rivelata, grazie a Ruli, essere né più né meno che la storica ricetta dei Curambié Kourambiedes. La ricetta antica di origine greca, intendo, non le sue varianti che  sono giunte ai giorni nostri per infinite vie e che prevedono l'aggiunta di mandorle tritate,  e in alcuni casi, anche di uova e lievito...
Quello che posso affermare con certezza è che l'impasto non è altro che una frolla senza uova, detta sucrée (di cui vi ha già parlato Paola QUI), e che io preparo da una vita, senza mai essermi posta il problema della sua origine. Le proporzioni che ho sempre usato sono  molto simili a quelle  che compaiono nel mitico Talismano della Felicità di Ada Boni, come mi ha fatto notare Paola che si ricordava bene quella ricetta per averla sperimentata più volte.
Questo per dirvi che noi, amanti della cucina, spesso andiamo alla ricerca di chissà che novità, oppure ci illudiamo di aver sottomano una ricetta segreta di chissà chi e invece abbiamo solo scoperto l'acqua calda! ^_^
Chiaro che, in questi casi, le proporzioni degli ingredienti possono pure fare la differenza... ma diciamolo francamente, non più di tanto. Un grammo in più o in meno non è la fine del mondo... mica siamo farmacisti! :D
 Quel che conta davvero è che i Pasticcini sucrée sono di una bontà e di una delicatezza unica, nonché facilissimi da realizzare, ottimi da regalare per le festività insieme agli altri dolcetti tradizionali. Sono certa che, una volta provati, ne preparerete doppia e tripla dose perché vanno a ruba in un battibaleno (*). Volete sapere come li hanno ribattezzati quelle burlone delle mie amiche del forum de La Cucina Italiana? Orneliérs! :DDDDD

Pasticcini sucrée|Frolla senza uova

Curabiè  "ammodomio"

per la sucrée:
200 gr di farina 00
100 gr di fecola di patate
170 gr di burro morbido a pomata (meglio bavarese)
50 gr di zucchero a velo
(volendo si può aromatizzare con qualche goccia di estratto di vaniglia o limone)

per la glassa:
200 gr di cioccolato fondente
una nocciola di burro freddo

.
Tenere il burro a temperatura ambiente e lasciarlo ammorbidire bene a pomata molto morbida.  In una ciotola  impastare con la punta delle dita (sabbiare) tutti gli ingredienti fino ad avere una pasta compatta e setosa.
Farne una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla a riposare in frigo per circa un'ora. Formare i pasticcini, posarli su una teglia rivestita di carta forno e metterli nuovamente in frigo per mezz'ora prima di infornarli in forno già caldo a 160° per 15-max 20 minuti. Lasciarli raffreddare bene prima di toglierli dalla teglia. 



Preparare la glassa, fondendo il cioccolato e aggiungendo poco burro freddo di frigo. Glassare i pasticcini, lasciarli asciugare all'aria su carta forno, infine cospargerli con poco zucchero a velo.
(*) Se s'impasta a mano, vi sconsiglio di  raddoppiare le dosi mettendo tutti gli ingredienti insieme in una volta sola...Fate una dose per volta, oppure usate l'impastatrice con la frusta a kappa, sarà molto più semplice. 





Nessuno vi vieta di dare ai Pasticcini sucrée altre forme che più vi piacciono...
Vi mostro quelli che ho preparato ieri sera e che in parte devono essere ancora glassati... Non sono carini? Scusate per la foto...





 Buona giornata a tutti,

Ornella



Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2013© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...