mercoledì 5 giugno 2013

Le ciambelline al vino di Paola Lazzari

Nessuna novità, oggi, dato che queste ciambelline sono state preparate da tantissime persone, facendo riferimento ad una mia ricetta che pubblicai  qui nell'ormai lontano 2008....e nessuna novità anche perché queste ciambelle al vino sono vecchie quanto (forse) il mondo.
Perché allora proporle? Non certo per ribadire la paternià della ricetta, ma ieri io ed Ornella, dopo averla vista citata su Repubblica (dopo la Torta del tre di qualche giorno fa..) ci siamo rese conto che su AMMODOMIO la ricetta non c'è... O.o
Stamani le ho preparate, fotografate ed ora eccole qui...  :))




Spesso si sente dire che la Cucina italiana si fonda su due ingredienti fondamentali: l'olio ed il vino che possiamo dirlo a testa alta, sono i più buoni al mondo... Queste ciambelline sono proprio frutto di questi due prodotti che nelle case italiane ci sono sempre. Poco altro occorre, un po' di zucchero e un po' di farina, niente ingredienti particolari o costosi, come tutte le ricette tradizionali.
Queste ciambelline sono tipiche dei Castelli romani ed è del tutto logico, dato che sono luogo di produzione di  vini bianchi tipici come il Marino o il Frascati. Ma queste ciambelline si ritrovano, anche se con leggere varianti, in Toscana, o  in tutti quei paesi in cui il vino è un prodotto locale.
Caratteristica di queste ciambelline è la croccantezza che le rende perfette per essere inzuppate in un buon vino fresco di cantina. Quale vino usare? Bianco o rosso non fa differenza, meglio se di tipo secco e non dolce. O comunque qualsiasi vino che vi rimane in bottiglia dopo una serata fra amici. Ma sarebbe un peccato, penserà qualcuno... e io vi dico che sarebbe un peccato non provare a farle. Anche la cottura è importante e ci vorrebbe un buon forno a legna, ma in casa possiamo sopperire utilizzando un forno ventilato che le asciuga e le rende, come dicevamo, leggere e croccanti
La ricetta da me elaborata, nasce da un rapido, (quanto fruttuoso) colloquio, con un fornaio di Genzano: gli ingredienti me li fornì lui, le dosi me le feci da sola e credo che, visto il successo che la ricetta ha riscosso negli anni, non sono poi sbagliate.
Ecco dunque che cosa occorre e come fare, se ancora non siete incappati in questa ricetta:
LE CIAMBELLINE AL VINO 
di  Paola Lazzari





500 g di farina
125 ml di olio
125 ml di vino (bianco o rosso )
200 g di zucchero
un cucchiaio di semi di anice e
un cucchiaiodi Sambuca (o altro liquore d'anice)
un cucchiaino di sale
5 g di carbonato di ammonio
 un cucchiaio di cacao (facoltativo)
Mescolare alla farina tutti gli ingredienti, tranne il vino, il liquore e l'olio, fare un pozzetto al centro e versarvi il vino, il liquore d'anice e l'olio. Impastare rapidamente il tutto e lasciare riposare un'ora l'impasto. Fare quindi le ciambelle ed infornarle passandole prima nello zucchero, solo dalla parte superiore.
Cuocere in  forno ventilato a 200°C, abbassando poi a 190°C dopo i primi 10 min. Devono risultare ben cotte e scure. L'aggiunta del cacao è ovviamente recente, però debbo dire che è una innovazione che ha un suo perché. Io questa volta l'ho aggiunto e consiglio anche a voi di provarlo!


A presto,
Paola





Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...