mercoledì 18 settembre 2013

Piadina sfogliata all'olio extravergine con Culatello di Zibello, rucola e Stracciatella

Del Culatello di Zibello sono innamorata da sempre...
Essì perché da quando sono nata (avevo tre mesi quando mi ci hanno portato  per la prima volta) e fino ai 18 anni, durante le vacanze estive con la mia famiglia, era d'obbligo un soggiorno a Salsomaggiore. 
La scuola allora cominciava ad Ottobre, per cui dopo quasi tre mesi di mare, ai primi di Settembre si partiva, per ritornare a casa giusto in tempo per il primo o il secondo ;) giorno di scuola. Che bello!!!
Perciò ho un ricordo vivissimo di Parma e del suo circondario. Paesi come Busseto con la celebre frazione di Roncole che dette i natali a Giuseppe Verdi, Soragna, Fontanellato, Langhirano e Zibello... Quanti anni sono passati... Oltre ai luoghi ricchi di cultura e fascino, il profumo e il sapore di quei formaggi e salumi, assaggiati sul posto è davvero indimenticabile! 
A chi non conoscesse il Culatello di Zibello dico solo che si è perso uno dei piaceri della vita. ^_^
E' un salume meraviglioso che si ricava dalla parte migliore, la più tenera, la più ricca, della coscia del suino adulto. Sa di storia, di tradizione contadina e di cultura ...  Pensate che già nell' '800, Gabriele D'Annunzio scambiava opinioni sulla bontà del Culatello, con uno scultore dell'epoca,  tal Renato Brozzi.





Come vi ho già detto, l'ISIT (Istituto Salumi Italiani Tutelati) ci ha chiesto di realizzare  una ricetta con uno dei prodotti DOP/IGP appartenenti ai Consorzi di tutela. Manipolare però un tale gioiello come il Culatello di Zibello, senza rovinarlo, è impresa assai ardua.
Ecco perché ho semplicemente studiato una Piadina sfogliata all'olio extravergine, non tradizionale perché alleggerita dallo strutto e dall'uovo, da farcire con il Culatello insieme ad un po' di rucola selvatica e ad una forchettata di un prodotto d'eccellenza pugliese: la Stracciatella. Cos'è la Stracciatella? E' l'interno della Burrata di Andria che si può comprare anche senza l'involucro esterno. Do you know? ;)


Piadina sfogliata all'olio extravergine con Culatello di Zibello, Rucola e Stracciatella



Piada



per 3 Piadine:

250 Farina 0
50 amido di frumento
2 cucchiai di olio extravergine + mezzo bicchierino da liquore scarso per sfogliare
1 cucchiaino raso di sale fino
150 ml di acqua (o latte oppure un mix al 50%)


per farcire:

150-200 gr di Culatello di Zibello 
rucola selvatica
1 piccola Burrata di Andria o circa 150 gr di Stracciatella



Impastare in una ciotola tutti gli ingredienti, quindi ribaltare l'impasto sulla spianatoia e lavorarlo fino a renderlo liscio ed elastico; farne una palla, lasciarlo riposare coperto per circa 15 minuti. Allungare quindi l'impasto, rotolandolo con le mani sul piano di lavoro per ricavare un filoncino; schiacciarlo leggermente con le mani e arrotolarlo su se stesso per il lato lungo. Dividere il rotolo in 3 pezzi di circa 150 grammi ciascuno; arrotondare ogni pezzo  formando tre palline  che adranno lasciate riposare coperte per 15 minuti. 



FORMATURA!



Stendere ogni pallina col matterello in una sfoglia tondeggiante piuttosto sottile, senza badare eccessivamente che sia un cerchio regolare. Spennellare il cerchio di pasta con olio extravergine ed arrotolarlo su sé stesso, senza fare pressione, ma delicatamente. Chiudere il rotolino, formando una sorta di chiocciola. Mettere a riposare in frigo per almeno un'ora, ma anche più. Riportare l'impasto sin quasi a temperatura (basteranno 15 minuti circa) stenderlo nuovamente col matterello in una sfoglia non troppo sottile e provvedere alla cottura.

Far scaldare il testo o una padella antiaderente, adagiarvi le piadine, una alla volta, abbassare un poco la fiamma e far cuocere da entrambi i lati, rivoltando più volte. Quando si vedranno le bolle ( la piada sfogliata non va bucherellata con la forchetta), alzare la fiamma e terminare la cottura. 


PIADA




Farcire subito la metà della piadina con una forchettata di Stracciatella; a seguire il Culatello di Zibello e la rucola. Praticate due taglietti simmetrici, dal bordo verso il centro per piegare facilmente la metà senza farcitura sull'altra.  Servire subito!!

Se desiderate un ripieno ancora più gustoso,  aggiungete una fetta di melanzana come queste qui.



PIADA





Buon appetito,

Ornella

Piesse:Vi ricordo che domani 19 Settembre è l'ultimo giorno per votare Ammodomio al Macchianera Food Awards 2013. Votate Ammodomio nelle categorie 3 e 6. La scheda per votare la trovate qui! Grazie di cuore a tutti! ^_^


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

Copyright 2009-2013© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...