giovedì 24 aprile 2014

Alchermes o Alkermes|Ricetta di Paola Lazzari

Come vi avevo preannunciato nel post delle Ciambelle granulate, oggi vi lascio la ricetta dell'Alchermes o Alkermes che dir si voglia.
 Divenuto famoso Oltr'Alpe, grazie alla solita Caterina de' Medici che andò in sposa al re di Francia, cadde poi in disuso nel corso degli anni. 
L'Alchermes è invece ingrediente indispensabile per la preparazione di  molti dolci casalinghi tradizionali (come queste), alcuni dei quali quasi dimenticati,  e che solo negli ultimi tempi stanno tornando nelle nostre case. 
Il liquore che vedete in foto non l'ho preparato io, ma me lo ha regalato Paola quando le avevo detto che avrei preparato le sue Ciambelle granulate. Fatto dalle sue manine sante, vi assicuro che è una bomba, tanto che, sebbene sia un liquore "dolce", l'ha apprezzato pure mio marito. :P
Per vie traverse :D, ho intercettato la ricetta che Paola aveva dato a lei, perché oggi come oggi, è molto difficile trovare in vendita un buon Alchermes artigianale.
Ecco che, assaggiato il liquore,e dentrata in possesso della ricetta, se pure in modo furtivo ;). non mi è sembrato vero di  poterla condividere con tutti voi.:D


Alchermes o Alkermes

ALCHERMES

Ingredienti per l'infusione:

8 g di cannella (stecca)
4 g di noce moscata (intera o a pezzi)
2 g di chiodi di garofano (interi)
10 granelli di cardamomo (circa 2-3 g )
6 g di semi di coriandolo (interi) macis (un piccolo pezzo)
mezza stecca di vaniglia 
400 g di alcool da liquori (mezzo litro)
230 g di acqua


Tutto queste spezie vanno prese intere e pestate contemporaneamente in un mortaio, o in un mixer. Non ridurle in polvere altrimenti sarà poi più difficile ottenere un liquore limpido.
Mettere tutto in un vaso a tenuta ermetica insieme a 400 g di alcool ( mezzo litro) e 230 ml di acqua (meglio una minerale liscia, molto leggera, priva di calcio).
Dopo 15 gg si filtra tutto, prima con un passino, poi con carta filtro (vanno bene anche i filtri in carta delle macchine per caffè americano). A questo infuso che è di colore marrone, si unisce uno sciroppo (freddo) fatto con:







ALKERMES

 Ingredienti per lo sciroppo:

400 g di zucchero (zefiro)
333 ml di acqua
colorante rosso alimentare



Lo sciroppo può essere fatto a caldo o a freddo. Usando lo zucchero zefiro si può fare benissimo a freddo con acqua a temperatura ambiente. A questo sciroppo si deve unire del colore rosso. Si può utilizzare un colorante naturale o artificiale. Consiglio un colore rosso cupo (sangue di piccione) che colora meglio e che dà la giusta sfumatura al liquore.
Unito lo sciroppo colorato all'infusione, si verifica il colore: nel caso se ne aggiunge ancora per ottenere la giusta sfumatura. Si aggiunge poi dell’acqua di rose. Purtroppo la quantità è difficile da stabilire, poiché esistono diversi tipi di acqua di rose, più o meno concentrate. Se si utilizza il tipo arabo, ne occorrerano circa 70-80 ml se si utilizzano le boccettine concentrate allora la quantità si riduce notevolmente. Purtroppo la quantità va messa un po’ a sentimento..... Se ne aggiunge un pochino alla volta e si assaggia.... Quando otteniamo il sapore giusto ci fermiamo. C’è chi l’acqua di rose la omette, ma senza non è assolutamente alchermes!!!


Si imbottiglia il liquore e dopo qualche giorno è pronto. È buonissimo con profumo forte e persistente ed anche il sapore è unico. Nulla a che vedere con quelli comunemente in commercio (a parte quello di Firenze)-



Se vi piace la ricetta dell'Alchermes e pensate di prepararlo a casa vostra, ringraziate Paola Lazzari. ;)




Alla prossima,

Ornella

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

Copyright 2009-2014© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...