giovedì 19 giugno 2014

Manjar de coco|Manjar branco| Budino al cocco

Eccoci di nuovo qui con un altro dolce tradizionale brasiliano: il Manjar de coco. Quale migliore scelta, in questi giorni infuocati, di questo dolce freschissimo, profumato al cocco e che non necessita del forno?? In pochi minuti è pronto e può essere preparato in anticipo, anche di un paio di giorni; potete farlo mono-porzione o in uno stampo unico e arricchirlo con frutta o salse a vostro gusto (o dei vostri ospiti)...Vedrete che diventerà subito un must dell'estate !!
Le ricette del Manjar de coco che vi propongo sono due, entrambe tradizionali: la prima è sicuramente più buona, dà un prodotto scioglievole al palato, delicato e leggero, molto simile ad un creme caramel cotto in forno. La seconda è sempre ottima, anche se il risultato è un po' più "budinoso" leggermente più compatto e denso.
Perché due ricette di uno stesso dolce? Semplicemente perché la prima utilizza il latte condensato, prodotto che in Brasile è alla base di tantissimi dolci, mentre qui in Italia è spesso mal visto...Da qui l'idea di proporvi una versione di Manjar de coco parimenti tradizionale, datami anni fa dalla mia amica Bartira di San Paolo, ma senza latte condensato.
 A voi la scelta...ricordandovi però che in questo caso il latte condensato fa proprio la differenza :D






Manjar de coco (con latte condensato)
1 latta di latte condensato
1 latta di latte di cocco (400 ml)
2 lattine* di latte intero fresco
4-5 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di Maizena (amido di mais)
vaniglia
In una casseruola versare il latte condensato, il latte di cocco, lo zucchero, la vaniglia e il latte fresco, tenendone da parte mezza latta (*utilizzare la latta di latte condensato per misurare il latte intero fresco). Mettere tutto sul fuoco e portare all'ebollizione.
Nel frattempo in una ciotola mettere la maizena e scioglierla con il latte freddo messo da parte; mescolare bene per evitare che l'amido precipiti sul fondo.
Non appena il composto sul fuoco bolle, ritirare la casseruola sull'angolo del fornello e versare la maizena sciolta, mescolando vigorosamente: porre di nuovo sul fuoco per un minuto, sempre mescolando e la crema è pronta.
Versarla immediatamente in uno stampo o in stampini monoporzione, appena unti di olio insapore (basta passare un po' di carta assorbente leggermente unta sulle pareti dello stampo) e sciacquati con acqua fredda. Immergerli in acqua ghiacciata e appena raffeddati porli in frigo coperti con pellicola.
Sono pronti dopo tre-quattro ore di raffreddamento in frigo. Possono mantenersi in frigo, ben sigillati, per un paio di giorni.
   


Manjar de coco (senza latte condensato)
1 latta di latte di cocco (400 ml)
250 ml di latte fresco
6-7  cucchiai di zucchero
50 g di Maizena (amido di mais)
100 ml di acqua fredda
vaniglia
Si procede come la ricetta precedente, sciogliendo l'amido di mais con l'acqua fredda.
Se vi piace il caramello, cosa che consiglio, versate nello stampo preparato, prima del caramello scuro e poi la crema bollente. Il connubio è perfetto!!
Altrimenti potete servire  il Manjar de coco con frutta fresca o una salsa di frutta, da versare sopra il budino una volta sformato (perfetta quella di fragole).





Una salsa tipica con cui viene affiancato il Manjar de coco è quella con prugne secche. Per realizzarla basta preparare un caramello biondo scuro, diluirlo con dell'acqua calda e lasciarlo sobbollire  insieme a delle prugne secche, fino ad ottenere delle prugne morbide e lucide e uno sciroppo denso.

Infine se volete servire il Manjar de coco in bicchierini e non sformarlo, potete diminuire di un cucchiaio il quantitativo di Maizena....
Servirlo sempre ben freddo !
A presto,
Paola

edit del 19 Giugno
Sono costretta a ripubblicare questo post per verificare i feed che sembrano non funzioare.
Scusate il disturbo, ma c'è qualcosa nel blog che non va come dovrebbe.
Ornella

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...