martedì 6 dicembre 2016

Savoiardi|Cioccolato in tazza al microonde|Ricette for dummies

Quest'anno va così...
Paola ed io, abbiamo davvero poco tempo per cucinare, sperimentare e condividere... Accade che i mille impegni  della vita reale si accavallino tra loro e lascino poco spazio al piacere di  fotografare e scrivere ricette. Non che nelle nostre case si digiuni, eh...  Epperò ogni tanto ci si deve arrangiare cercando qualche scorciatoia. Il che non vuol dire che ci si debba accontentare di cibi pronti,  precotti, surgelati o in scatolette, ma che a volte è necessario semplificarsi la vita senza star troppo a strologare su ingredienti e procedimenti.
E così per dar fondo alla provvista di africano mix che ci eravamo procurate in vista degli innumerevoli tentativi per ottenere le Tette delle monache perfette, abbiamo fatto i Savoiardi. ^_^
Bene, ci siamo consultate via mail, abbiamo sperimentato entrambe e cosa abbiamo scoperto? Con grande sorpresa abbiamo verificato che, con qualche accorgimento e pochissimo impegno,  son venuti fuori dei Savoiardi praticamente identici a quelli che si vendono in pasticceria. Non ci credete? Provate!
 Savoiardi

300 gr di Africano mix
300 gr di uova  (circa 6)
100 gr di acqua
 zucchero semolato e a velo q.b.

Sgusciare e pesare le uova. Se il peso delle uova supera i 300 gr (le mie 6 uova di grandezza media pesavano 320 grammi) aggiungere in uguale proporzione sia il mix che l'acqua.
 Montare in planetaria sino ad ottenere un composto spumoso e sodo (saranno necessari più o meno 5 minuti a forte velocità), quindi mettere l'impasto in una sac à poche con bocchetta liscia e accendere il forno a 250° in modalità ventilata.
 Foderare due teglie con carta forno; deporvi il composto in bastoncini lunghi circa 10 cm, distanziandoli tra loro; spolverare ogni biscotto  prima con abbondante zucchero semolato, poi con zucchero a velo ( se vanigliato è meglio) e ancora con altro zucchero semolato.
 A questo punto abbiamo rubato un trucchetto a Pinella. ^_^
 Con le mani bagnate abbiamo spruzzato un pochino di acqua sui Savoiardi prima di infornarli. Quelle goccioline di acqua, dopo la cottura, diventano delle piccole perle croccanti e deliziose. :P
 Abbassare a 240° la temperatura del forno  prima di infornare i biscotti e lasciarli cuocere per circa dieci minuti. Una volta raffreddati, teneteli in un vassoio in un solo strato, coprendoli con un tovagliolo. Non chiudeteli nella classica biscottiera o perderanno la loro fragranza. 

 E ora passiamo al ...
Cioccolato in tazza al microonde

 Per ogni tazza:
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di cacao amaro
2 cucchiaini di fecola o di maizena
250 ml di latte freddo
1-2 quadrotti di cioccolato fondente

 Mescolare le polveri e stemperarle a poco a poco col latte freddo. Mettere la tazza nel microonde alla massima potenza per un minuto, quindi aggiungere il cioccolato in pezzi, tritato grossolanamente, mescolare e cuocere ancora per un minuto e 30.

Che dirvi di più? Non ci resta che comunicarvi la nostra gioia per aver preparato in brevissimo tempo una gustosa colazione/merenda degna dei migliori bar.

Buon San Nicola a tutti,

 Ornella e Paola

    Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
                                                         Copyright 2009-2016© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

giovedì 17 novembre 2016

Ciambellone "griffato" del maestro Santin

Può la ricetta di  un banale ciambellone fare la differenza se l'autore è Maurizio Santin?
Avevo salvato la ricetta giusto un anno fa e, per fortuna, facebook me lo ha ricordato.
Essì,  perchè, per colazione amo i dolci semplici semplici, ma buoni buoni e tra ciambelle e ciambelloni vari questa mi mancava.


L'ho provata e me ne sono innamorata!
 Le proporzioni degli ingredienti sono  semplicemente perfette per un giusto equilibrio tra sapore e consistenza. Alla ricetta originale ho apportato due piccolissime modifiche che non credo abbiano influito minimamente sul risultato finale:
 1) Non avendolo in casa, ho sostituito l'olio di semi con metà burro fuso e metà extravergine
 2) Al posto della dose di  tutto  il latte, ne ho usato la metà a cui ho aggiunto uguale quantità di panna fresca.
 E andiamo  subito alla ricetta.
Ciambellone "griffato" del maestro Santin


Ingredienti (per uno stampo da 26 cm di diametro):
300 gr di farina 00
4 uova separate
250  gr di zucchero superfino
75 gr di burro
75 gr di olio extravergine
60 gr di latte
60 gr di panna fresca
 mezza bustina di lievito per dolci (7 gr)
1 pizzico di sale
buccia di limone non trattata o vaniglia
una spolverata di zucchero a velo

 Accendere il forno a 180° mettendovi subito lo stampo con tutta la dose di burro per farlo fondere. 
Con le fruste elettriche montare gli albumi a neve e tenerli da parte. Montare i tuorli con lo zucchero e mescolare , a bassa velocità, l'olio, il burro, il latte, la panna, gli aromi e il sale. 

A questo punto, a mano, aggiungere la farina setacciata con il lievito e subito dopo, delicatamente gli albumi montati. Aiutarsi con una spatola, con il solito movimento dal basso verso l'alto. Infarinare leggermente lo stampo (che sarà già unto dal burro che vi abbiamo fuso dentro in precedenza), mettervi il composto ottenuto; sbattere lo stampo sul piano di lavoro e infornare per circa 40-45 minuti. Fare la prova stecchino e lasciar intiepidire.


 Ho sformato il ciambellone quasi subito per assaggiarlo caldo... il profumo era irresistibile. Chevelodicoaffà? Provatelo!

Buona giornata,

Ornella


      Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
                                                         Copyright 2009-2016© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...